Invecchiamento della pelle: comprenderne e prevenirne gli effetti

 

Capire l'invecchiamento cutaneo

L'invecchiamento della pelle dipende da due fattori:

  • Invecchiamento intrinseco legato alla nostra genetica
  • Invecchiamento estrinseco legato all'influenza dell'ambiente esterno sulla pelle.

Invecchiamento intrinseco

L'invecchiamento intrinseco corrisponde semplicemente al nostro orologio biologico. Con l'età si osserva un rallentamento di tutti i processi cutanei:

  • Il rinnovamento cellulare viene rallentato così come la proliferazione cellulare, questo porta ad un eccesso di cellule morte sulla superficie della pelle che può conferire un colorito spento
  • Diminuisce la produzione degli elementi costitutivi della pelle: collagene, elastina, acido ialuronico, con conseguente perdita di elasticità, rilassamento cutaneo e presenza di rughe.
  • La barriera cutanea è più fragile, meno funzionale, la pelle tende a diventare più secca e disidratata, il che accentua la presenza di rughe
  • I melanociti, che sono le cellule che producono melanina, diventano meno efficienti e presentano anomalie che provocano la comparsa di macchie iper o ipopigmentate
  • Atrofia del tessuto adiposo sottocutaneo proprio come le masse muscolari

Questi fenomeni portano ad un assottigliamento complessivo della pelle e ad un indebolimento che porta al rilassamento cutaneo.

Invecchiamento estrinseco

L'invecchiamento estrinseco è il risultato dell'impatto delle aggressioni esterne sulla pelle come il sole, l'inquinamento, la dieta, il tabacco o anche lo stress e il sonno. Secondo alcuni dati l’invecchiamento cutaneo dipende per l’80% dall’invecchiamento estrinseco.

Il sole

Il sole è il fattore più aggravante per la pelle. Emette raggi ultravioletti classificati in 3 categorie:

  • UVC che viene fermato dallo strato di ozono
  • Raggi UVB che penetrano nella nostra epidermide provocando scottature
  • Raggi UVA che penetrano più in profondità nella pelle e provocano un invecchiamento accelerato.

I raggi UV causano mutazioni nel DNA delle cellule e stimolano le metalloproteinasi che sono enzimi che distruggono il collagene. Ciò si traduce nella comparsa prematura di macchie, perdita di elasticità, perdita di compattezza e comparsa di linee sottili e rughe. Si parla addirittura di fotoinvecchiamento.

Inquinamento, tabacco e stress provocano anche un'accelerazione dell'invecchiamento cutaneo con un aumento della presenza di rughe e macchie.

Per quanto riguarda l'alimentazione, sappiamo ormai con certezza che la malnutrizione e le carenze si ripercuotono sulla qualità della pelle e dei capelli. Alcune carenze di allenamento, inclusa la caduta dei capelli. Inoltre, il consumo eccessivo di alcol può anche aumentare l’età percepita.

È consigliabile avere una dieta variata, equilibrata e ricca di antiossidanti e sembra che una delle cucine più ricche di antiossidanti sia quella mediterranea. D'altra parte, una dieta ricca di zuccheri favorisce la glicazione, una reazione chimica risultante dall'attaccamento degli zuccheri alle proteine, generando proteine ​​>glicate che non possono essere distrutte o rilasciate dalla cellula in cui si accumulano. Ciò porta ad un invecchiamento accelerato.


Come ridurre l'invecchiamento cutaneo?

Crema solare

Il miglior alleato antietà è quindi la protezione solare. Si consiglia di applicare una protezione solare con almeno SPF30 all'aperto per limitare l'invecchiamento accelerato indotto dai raggi UV.

E la buona notizia è che non è mai troppo tardi per iniziare. Uno studio ha dimostrato che l’uso quotidiano di una protezione solare SPF30 per 1 anno ha contribuito a migliorare i segni del fotoinvecchiamento in 32 persone di età compresa tra 40 e 55 anni. In particolare, hanno osservato un miglioramento della consistenza, della chiarezza e una riduzione delle rughe e delle macchie pigmentarie in seguito all'uso quotidiano del solo prodotto solare.

Questo miglioramento sarebbe dovuto a priori alla capacità della pelle di autoripararsi eliminando il fattore più dannoso: il sole.

Oggi ci sono ottimi prodotti solari, senza macchie bianche, senza effetto grasso, senza effetto appiccicoso e piacevoli da usare per l'applicazione quotidiana.

NOOĀNCE Elegance Sun Care offre una protezione SPF30 con una protezione UVA molto elevata pari a 50 per ridurre al minimo l'impatto dei raggi UVA sull'invecchiamento della pelle. Offre anche una finitura opacizzante in modo da non avere alcun effetto lucido per tutto il giorno.

###creme-solaire-spf-30-hydratante-non-grasse-tres-haute-protection###

Principi attivi antietà

Ci sono anche ottimi ingredienti nei cosmetici per favorire, ad esempio, la produzione di collagene e preservare la salute della pelle.

Retinoidi

La famiglia dei retinoidi comprende gli esteri del retinolo, il retinolo, l'acido retinico ed infine l'acido retinoico e i suoi derivati. Nei cosmetici sono autorizzate solo le forme: esteri del retinolo, retinolo e retinale.

I retinoidi aiutano a ridurre i segni dell'invecchiamento grazie a tre azioni:

  • Preservano il collagene presente inibendo gli enzimi distruttivi metalloproteinasi della matrice che vengono aumentati dai raggi UV
  • Stimolano la produzione di collagene nella pelle per una pelle più soda e quella di altri importanti elementi della pelle, ad esempio i glicosaminoglicani, il più noto dei quali è l'acido ialuronico.
  • Attivano il rinnovamento cellulare: le cellule morte vengono sostituite da cellule nuove per una pelle dall'aspetto più luminoso

Tuttavia, solo l'acido retinoico ha la capacità di comunicare con le cellule della pelle. Ciò significa che per avere gli effetti benefici il retinolo deve convertirsi nella pelle in retinale e poi in acido retinoico. Più conversioni ci sono, più l'efficacia si riduce, quindi gli esteri del retinolo hanno un'azione antietà minima.

I retinoidi possono avere effetti collaterali: aumento della sensibilità, irritazione, desquamazione della pelle. Si consiglia quindi di iniziare con una bassa percentuale di retinolo applicandolo 2 sere durante la settimana all'inizio. Successivamente è possibile aumentarne la frequenza di utilizzo e aumentare gradualmente anche la percentuale di retinolo.

Per i clienti principianti, NOOĀNCE offre la crema luminosa unificante e levigante che contiene lo 0,1% di retinolo. Mentre per gli utenti esperti è possibile utilizzare i trattamenti antietà NOOĀNCE contenenti retinolo allo 0,6% o all'1%.

###soin-concentre-anti-age-nuit-1-retinol-rechargeable###

Vitamina C e derivati

La vitamina C pura, l'acido L-ascorbico, è il secondo ingrediente super star dei cosmetici con efficacia dimostrata anche da vari studi clinici per percentuali comprese tra il 5 e il 20%. Porta:

  • Proprietà antiossidanti per proteggere la pelle dalle aggressioni esterne
  • Proprietà antietà aumentando la produzione di collagene per una pelle più soda e rughe meno visibili.

Tuttavia la vitamina C presenta alcuni problemi:

  • È difficile da stabilizzare: la vitamina C può ossidarsi molto rapidamente, il che ne riduce l'efficacia. È possibile stabilizzarlo al meglio combinandolo con vitamina E e acido ferulico.
  • Ha difficoltà a penetrare nella pelle: la vitamina C essendo idrosolubile, cioè solubile in acqua, ha difficoltà a superare la barriera cutanea costituita da lipidi.
  • Può essere irritante per alcune pelli: infatti, per superare i due problemi sopra indicati, una delle soluzioni è abbassare il pH fino a un pH intorno a 3,5 che può risultare irritante per le pelli sensibili.

In cosmetica, i derivati ​​della vitamina C vengono oggi utilizzati per superare questi diversi problemi. D’altronde non tutti i derivati ​​hanno la stessa efficacia e gli stessi studi. Le migliori derivate sono:

  • ascorbile tetraisopalmitato
  • ascorbil glucoside.
  • acido etilascorbico

Questi tre derivati ​​sono presenti al 10% nella crema unificante e levigante luminosità di NOOĀNCE dove sono anche associati allo 0,1% di retinolo incapsulato. Questa crema si utilizza inizialmente due volte a settimana, poi se tutto va bene è possibile aumentare la frequenza di utilizzo a giorni alterni poi tutti i giorni.

###creme-eclat-unifiante-lissante-vitamine-c-et-acide-tranexamique-rechargeable###

Vitamina B3

La vitamina B3, conosciuta come niacinamide, è una vitamina ben tollerata dalla pelle, stabile e compatibile con tutti gli altri ingredienti cosmetici. È una vitamina ideale per tutti i tipi di pelle.

  • Idrata e rinforza la barriera cutanea aumentando la sintesi di acidi grassi liberi, colesterolo e ceramidi nella pelle, il che si traduce in una barriera cutanea più sana e più forte per proteggere al meglio dalle aggressioni esterne.
  • Riduce le rughe stimolando la produzione di collagene per una pelle più compatta.

Il siero multiattivo di NOOĀNCE contiene il 5% di niacinamide che è la percentuale studiata nella letteratura scientifica. Si utilizza mattina e sera dopo la detersione ed è adatto a tutti i tipi di pelle per idratare, lenire e ridurre i segni del tempo.

###serum-hydratant-repulpant-multi-actifs-5-acides-hyaluroniques###

Peptidi

I peptidi sono ingredienti relativamente nuovi nei cosmetici ma sono molto promettenti.Soprattutto perché sono molto ben tollerati. Detto questo, esistono molti peptidi diversi ma non tutti hanno le stesse proprietà e gli stessi studi. I peptidi sono classificati in 4 categorie:

  • Peptidi segnale: inviano un segnale alle cellule per aumentare la produzione di collagene, elastina, glicosaminoglicani (acido ialuronico) e fibronectina.
  • Peptidi trasportatori: forniscono oligoelementi come rame e manganese, necessari per la guarigione.
  • Peptidi inibitori dei neurotrasmettitori: rilassano i muscoli, provocando la riduzione delle rughe di espressione
  • Peptidi inibitori degli enzimi: inibiscono direttamente o indirettamente gli enzimi, purtroppo ci sono pochi o nessuno studio in vivo su questi peptidi.

NOOĀNCE Siero di Giovinezza al Peptide di Rame contiene il 2% di peptidi di rame in 3 forme diverse. È uno dei peptidi antietà più studiati e agisce sia come peptide segnale che come peptide trasportatore. Grazie al rame, questo siero aiuta anche a ridurre arrossamenti e infiammazioni. Inoltre, per massimizzare l'efficacia, il peptide di rame è combinato con il 21% di altri peptidi che agiscono in modi molto diversi sulla pelle, consentendo di contrastare al meglio i diversi segni dell'invecchiamento.

###baume-aerien-jeunesse-du-regard-multi-actifs###

Fonti:

  • Fattori che contribuiscono all'invecchiamento facciale dei gemelli identici, Bahman Guyuron 1, David J Rowe, Adam Bryce Weinfeld, Yashar Eshraghi, Amir Fathi, Seree Iamphongsai , Plast Reconstruction Surg, aprile 2009
  • L'uso quotidiano di una protezione solare ad ampio spettro per il viso per un anno migliora significativamente la valutazione clinica del fotoinvecchiamento, Manpreet Randhawa 1, Steven Wang, James J Leyden, Gabriela O Cula, Alessandra Pagnoni, Michael D Southall, Dermatol Surg, dicembre 2016
  • La niacinamide topica riduce l'ingiallimento, le rughe, le macchie rosse e le macchie iperpigmentate nella pelle del viso che invecchia, International Journal of Cosmetic Science, 2004
  • Trattamenti topici peptidici con efficaci risultati anti-età, Cosmetici 2017
  • Effetti di creme topiche contenenti vitamina C, una crema peptidica legante il rame e melatonina rispetto alla tretinoina sull'ultrastruttura della pelle normale: uno studio pilota clinico, istologico e ultrastrutturale Journal: Disease Management and Clinical Outcomes., 1998
  • I retinoidi nel trattamento dell'invecchiamento cutaneo: una panoramica dell'efficacia e della sicurezza clinica, Interventi clinici sull'invecchiamento, 2006
  • Stabilità, penetrazione transdermica ed effetti cutanei dell'acido ascorbico e dei suoi derivati, Journal of Cosmetic Dermatology, 2012
  • Acido ascorbico topico su pelle fotoinvecchiata, Experimental Dermatol. 2003 giugno